Arcayuyo

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

L’arcayuyo (Chenopodium graveolens) è una pianta spontanea annuale aromatica, dall’odore molto intenso, che cresce nella zona di Cuyo e Noroeste, nella regione di Tucumàn, nel nord-ovest dell’Argentina. Nasce in un ambiente arido, sopra i 2000 metri ed è alta circa 50 centimetri. Fiorisce nei mesi di gennaio e febbraio e la raccolta va da marzo a ottobre. Ha foglie ellittiche e fiori a cinque petali, coperti di piccoli peli vescicolosi che contengono un’essenza che conferisce proprietà terapeutiche alla pianta.

La medicina popolare la usa per curare malesseri legati allo stomaco, al fegato, allergie, problemi cutanei, oltre che per avere benefici effetti rilassanti. Molti la usano anche come semplice infusione, talvolta unita all’erba mate, per combattere l’insonnia. Solitamente si conserva secca, ma il suo sapore è più intenso se consumata fresca. Oggi rischia di scomparire insieme alla comunità indigena Diaguita; inoltre le nuove generazioni sono sempre meno interessate alla raccolta di erbe spontanee tradizionali e ai loro poteri medicinali.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneArgentina
Regione

Tucumán

Area di produzione:Regione di Cuyo e Nord Est

Altre informazioni

Categorie

Spezie, erbe selvatiche e condimenti

Comunità indigena:Calchaquì
Segnalato da:Graciela Beatriz Di Benedetto Puerto