Amarena appassita dei Colli di San Pietro

Torna all'archivio >

L’Amarena appassita dei Colli di San Pietro è un prodotto ottenuto dalla trasformazione delle amarene che provengono dall’area collinare della penisola Sorrentina, in particolare nella zona dei Colli di San Pietro di Piano di Sorrento.

Ad inizio maturazione le migliori bacche vengono selezionate e denocciolate esclusivamente a mano, riposte all’interno di ciotole di terracotta, immediatamente esposte al sole con lo zucchero e successivamente mescolate più volte al giorno. Questo procedimento viene ripetuto per circa quaranta giorni, fino ad ottenere il prodotto finale. Ancora oggi l’amarena appassita si conserva in recipienti di vetro ermetici con l’aggiunta di un pizzico di anice, oppure al naturale con lo sciroppo derivato dalla lavorazione. Il suo consumo in cucina è piuttosto ampio e versatile. Si consuma a fine pranzo, prima di bere il caffé oppure viene utilizzata in pasticceria, specialmente nella realizzazione di dolci tradizionali come la zeppola di San Giuseppe, la pizza di Sant’Antonino (un dolce a base di pasta frolla con ripieno di crema e amarena) o nella sfogliatella Santa Rosa.

La scarsa produzione di amarene appassite è dovuta alla tecnica interamente manuale, che quindi richiede molta manodopera durante le fasi di raccolta, denocciolatura e trasformazione che dura più di un mese. Spesso dunque, il prezzo alla vendita risulta molto elevato e poco competitivo; per questo motivo la produzione artigianale rischia di rimanere all’interno delle famiglie contadine.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • YesNo
Torna all'archivio >

Territorio

NazioneItalia
Regione

Campania

Altre informazioni

Categorie

Frutta fresca, secca e derivati

Segnalato da:Slow Food Costiera Sorrentina e Capri