Sud Africa

Melissa de Billot

Melissa de Billot è cresciuta in un’area rurale del KwaZulu-Natal. Nel 2001 si è trasferita a Johannesburg per lavorare come architetto. Nel 2014 aderisce a Slow Food Johannesburg e subito entra in sintonia con il progetto Arca del Gusto, che ha fatto riemergere in lei il ricordo dei cibi tradizionali della sua infanzia. Così ha iniziato a fare ricerche per capire che cosa ne era stato. Tra le altre cose oggi coordina il Presidio del mais arcobaleno del Sud Africa e ha avviato una banca dei semi per contribuire alla conservazione dei prodotti sudafricani censiti dall’Arca del Gusto.

Zayaan Khan

Carlo Randall

Carlo Randall è uno Sān Xoma Aob, un guaritore indigeno certificato e specializzato, conosciuto dalla sua comunità come “bush doctor”. Ha anche lavorato all’università, per il governo e per aziende private. Ha capito che molte delle cosiddette pratiche etiche non proteggono i sistemi di conoscenza indigena da falsa dichiarazione e da un’appropriazione illecita. Ha viaggiato molto in Sud Africa alla ricerca di rimedi erbacei indigeni e di cibi indigeni, documentando e divulgando questa conoscenza, condividendola con la sua comunità, prima che si estingua. Carlo sostiene il futuro di First Peoples of Southern Africa, delle comunità, risorse e stili di vita indigeni. Organizza workshops sulla consapevolezza indigena, ma anche workshops interattivi che si occupano di medicina basata sulle piante. Crea giardini di piante indigene e sta facendo rivivere la tradizionale letteratura orale.
Portfolio | First People Indigenous https://1stpeople.wordpress.com/portfolio-of-work/

Judith Shopley

Judith è cresciuta in una cittadina del Sud Africa in una famiglia che coltivava ortaggi biologici nell’orto di casa. Il buon cibo è stato un aspetto fondamentale nella sua educazione: di qui un interesse spontaneo per temi come la sicurezza alimentare e l’origine degli alimenti. Si è avvicinata a Slow Food Johannesburg fin dalle sue prime iniziative, negli anni 2000. Era un gruppo attivo, animato soprattutto da consumatori. In un secondo tempo, quando il suo interesse è maturato, Judith è entrata nel consiglio di amministrazione/direttivo/gruppo di coordinamento della condotta. Il motto “Cibo buono, pulito e sano” è diventato il suo mantra personale, tanto che non perde occasione per parlare con entusiasmo di Slow Food e delle ricadute della cultura del fast food sullo stato del nostro pianeta. Ha iniziato a cooperare attivamente con l’Arca del Gusto nel 2017. Nel 2018 ha avuto il privilegio di partecipare a Terra Madre come portavoce di Slow Food Sud Africa.

Rosemary Sneyd

Rosemary Sneyd ha una fattoria certificata PGS vicino a Johannesburg. È specializzata nella coltivazione di erbe alimentari, con un interesse speciale per le erbe indigene del Sud Africa. È coltivatrice di un Presidio e coordinatrice della varietà a rischio Arancia Rex Union. Fa anche parte di una piccola squadra dedicata al salvataggio di questa arancia dall’estinzione. Rosemary è coltivatrice del Presidio del mais arcobaleno e custode di semi. Coltiva pure una varietà di altri prodotti sudafricani appartenenti all’Arca del Gusto e ha qualche pollo Venda.

Saskia Van Oosterhout

Saskia van Oosterhout (Città del Capo) è dottore di ricerca in botanica e lavora come ricercatrice in ambito agro-ecologico. In passato si è occupata di sistemi di coltivazione tradizionali in tutta l’Africa e nelle aree dell’India, del Nepal e del Messico dove i rispettivi sistemi locali hanno avuto origine. Ha cooperato con la FAO, con il Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo e con l’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. In Zimbabwe ha dato vita a banche dei semi a gestione comunitaria che operano senza interruzione dal 1993, nonostante le turbolenze politiche. Le sue passioni sono i semi (con una forte predilezione per i grani indigeni africani), Slow Food e i coltivatori diretti. Ha diretto tre ONG. Oggi fa parte del consiglio di amministrazione dell’Agricultural Research Council del Sud Africa e presiede la Commissione ricerca.